07/07/2006 Germania-Italia 0-2

Un nuovo poema epico è stato scritto nella storia dei mondiali: semifinale dei mondiali di Germania edizione 2006.. Un’Italia eccellente, orgoglio di una intera nazione, di uno stato che si è ritrovato unito per cantare le note di Mameli e tifare quel colore azzurro che torna ad essere il colore del Paese e non di un partito politico. I tanto temuti supplementari per una volta sono stati la forza di una squadra che ci ha creduto fino all’ultimo minuto (con un gol segnato poco prima del fischio dell’arbitro che ci avrebbe portato ai rigori). Una nazionale pressoché impeccabile in tutti i reparti, rafforzata da scelte tecniche di Lippi che hanno ottimizzato il finale di partita, storicamente funesto per il nostro team. Una performance corale di altissimo livello che regala grandi aspettative per la finale di domenica con la Francia che invece si è imposta di misura su un assettico Portogallo in semifinale, grazie ad un rigore segnato da ZIdane. Ma se vogliamo fare un confronto tra le due semifinali di certo la nostra rappresentativa ne esce meglio, con un gioco incoraggiante che ha portato a meritare l’approdo alla finale. Germania soggiogata da una difesa eccellente ed un centrocampo finalmente che girava in maniera ottimale con un Totti in continuo miglioramento e gladiatori come Gattuso, Pirlo e Zambrotta a fare il buono e cattivo tempo, chi in fase di contenimento chi nelle ripartenze. E all’attacco un Gilardino incisivo (palo e assist per Del Piero sul secondo gol), al posto di un Toni lottatore ma non finalizzatore, e Iaquinta che ha sostituito uno spento Camoranesi, che ha lottato in maniera tanto stoica quanto il resto della squadra. Una vittoria, una finale meritata per la Nazionale. I luoghi comuni sull’ Italia si sono frantumati sul sinistro di Fabio Grosso, distrutti come la presunzione e le aspettative dei padroni di casa che si saranno strozzati con la pizza che hanno tanto schernito nei giorni prima della partita. E come hanno fatto notare in tv, la legge del dodici ci da vincitori quest’anno: 1970: Sconfitta in finale col Brasile 1982: Vittoria contro la Germania 1994: Sconfitta contro il Brasile 2006: Nuova finale, stavolta contro la Francia. L’alternanza di fortuna e sfortuna direbbe che quest’anno è la volta della vittoria. Ma non affidiamoci ai numeri e statistiche: Gli unici numeri che dobbiamo aspettarci sono quelli dei nostri giocatori e quel 4, pari ai mondiali vinti dagli azzurri se domenica dovessimo vincere con “Les Bleus” francesi con cui abbiamo da vendicare ( in termini sportivi) quella sconfitta agli Europei del 2000. E possiamo stare tranquilli: la difesa italiana quest’anno suona una musica senza stonature. Il muro di Berlino stavolta lo tireremo su noi e al contrattacco ci sarà la presa della Bastiglia. Domenica non sarà il 14 luglio, ma si sa che gli italiani con le scadenze non vanno d’accordo: per una volta possiamo far arrivare in anticipo il treno italiano che porta alla coppa del mondo… Forza Azzurri!

07/07/2006 Germania-Italia 0-2ultima modifica: 2007-01-13T19:11:51+01:00da satyrikon31
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento